My Books

 

ANCHORMAN – Una disamina attenta e vivace sulla figura dell’anchorman, dalla quale viene fuori un artista in equilibrio tra professionalità ed estro. Un’interpretazione inedita del ruolo del presentatore che esprime talento osservando la tecnica, che parla e si muove con esperienza e consapevolezza, che trascende se stesso nell’improvvisazione. Ispirato dal proprio percorso formativo e professionale, l’autore Claudio Dominech condensa i principi artistici e tecnici della conduzione, rivoluzionandone la natura originaria. Obiettivo ultimo del manuale è il raggiungimento di un’idea lucida del conduttore TV e delle sue declinazioni, al confine tra scienza e arte, tesa a favorire le motivazioni e i modelli appropriati su cui lavorare. L’opera si sviluppa in undici “puntate” suddivise in due blocchi ciascuna. Un primo, teorico, dedicato allo studio degli strumenti professionali, dalla preparazione sugli argomenti da trattare sino alla propria emotività, passando per gli elementi di dizione, propedeutici all’esercizio della professione. Un secondo blocco invece, pratico, volto all’applicazione del materiale didattico a disposizione. Si comincia con l’indagare la componente caratteriale, guidando il lettore nella gestione delle emozioni, procedendo poi con l’apprendere e metabolizzare regole e tecniche sul linguaggio: respirazione, articolazione, fonetica. Inoltre, l’analisi e l’arricchimento del proprio bagaglio culturale allo scopo di valorizzare l’espressione verbale e non verbale in favore di una comunicazione sinergica tra voce e corpo. Ancora, un confronto reale e diretto con le esperienze vissute di fronte alla camera, per un addestramento all’imprevisto, perciò all’improvvisazione, seguito da prove di conduzione sui diversi format che completano il volume (talk show, tg, travel show, public speaking, web e social, radio), attraverso cui sperimentare lo stato dell’arte di ognuno.          

285 pagine, € 19.86, Independently published 2021

 

 

 

deGenerazione – Stralci del momento storico che stiamo vivendo, osservato con gli occhi disillusi delle nuove generazioni, le cui promettenti attese sono state tradite dal momento dell’ingresso nel mondo del lavoro. Paradigma di tale degenerata realtà è, per l’autore, il tema del lavoro, del sociale   e della spiritualità, che egli affronta con critica acuta, stimolando una riflessione costruttiva in chi legge e finendo per esporre idee destinate al cambiamento di alcune delle realtà in questione. Scritto con straordinaria incisività, naturalezza e una lucidità propria di chi ha un approccio esperienziale alla vita, l’opera è altresì un’esortazione a trasformare questa realtà dal basso, in uno scenario dove solo chi è dotato di un’innata forza d’animo può farlo.

120 pagine, € 6.00, Guida editori 2014

 

Condividi